La storia



Una tenuta ricca di storia

La Tenuta ricade nella Contrada San Lorenzo e Campo Re, da cui il progetto prende nome. La preziosa terra, già di proprietà del Re d’Italia Vittorio Emanuele II, passò per donazione al Cavalier Giovanni Vagliasindi suo aiutante di campo. Successivamente, per eredità, toccò prima al figlio Pietro, Sindaco di Randazzo, poi al figlio Giovanni e infine al figlio Pietro, ultimo della stirpe dei Vagliasindi.



  • cenni storici
La svolta si ha nel 2016 quando la tenuta viene acquistata da Maria Pia Madaudo che, insieme alla sorella Cristina, ha intrapreso l’ambizioso progetto di restituire al feudo e all’antico palmento il valore originario di luogo pensato e organizzato per la produzione del vino. Le due giovani imprenditrici, grazie alla decennale esperienza familiare nel settore vitivinicolo e ai preziosi consigli tramandati dal nonno, oggi custoditi e messi in atto, hanno deciso di coniugare la passione per il vino e per il territorio etneo. La mission aziendale è dar vita a del buon vino, in armonia con la natura, portando innovazione ma con un costante richiamo alla tradizione.
La svolta si ha nel 2016 quando la tenuta viene acquistata da Maria Pia Madaudo che, insieme alla sorella Cristina, ha intrapreso l’ambizioso progetto di restituire al feudo e all’antico palmento il valore originario di luogo pensato e organizzato per la produzione del vino. Le due giovani imprenditrici, grazie alla decennale esperienza familiare nel settore vitivinicolo e ai preziosi consigli tramandati dal nonno, oggi custoditi e messi in atto, hanno deciso di coniugare la passione per il vino e per il territorio etneo. La mission aziendale è dar vita a del buon vino, in armonia con la natura, portando innovazione ma con un costante richiamo alla tradizione.

C’è sempre il vino a fare da cornice a questa azienda

Questo sito è stato registrato su wpml.org come sito in fase di sviluppo.